, ,

Scegliere ai tempi del virus tra status quo e senno di poi

Tempi nuovi e ignoti quelli del Coronavirus. Proprio per questo, di fronte a un’epidemia che uccide e sconvolge la nostra quotidianità siamo più sensibili verso le scelte altrui, specie se arrivano da medici, manager o politici. Ora più che mai le loro decisioni sembrano avere un impatto diretto, concreto e immediato e noi siamo vulnerabili. […]

L’escalation delle cazzate e il coraggio di cambiare

Il primo grande passo che mi ha fatto percepire di essere adulto è stato lavorare, mantenermi da solo e vivere per conto mio senza dipendere più da nessuno. Questo status, se le cose vanno per il “verso giusto”, non si dovrebbe perdere finché non arriverà la pensione, là dove vedo un altro grande evento: il […]

, , ,

Nati con lo smartphone in mano, nel bene e nel male

Spesso capita di vedere bambini di 3 anni o meno incantati davanti allo schermo di smartphone e tablet. Sono situazioni che per le nuove generazioni di genitori, probabilmente, rappresentano la normalità, dato che questo tipo di tecnologia è una soluzione veloce e soprattutto pratica a diverse necessità: il figlio che al ristorante deve distrarsi o […]

,

Il packaging tra seduzione, aspettative e acquisti

Cosa rende desiderabile un prodotto? E quand’è che veramente decidi di comprarlo? I momenti in cui ti rendi disponibile ad aprire il portafogli sono davvero molti. Di fronte a un potenziale acquisto però, uno dei primi impatti è dato dal packaging, cioè la confezione del prodotto (o servizio). È qui che inizia il gioco della seduzione. Devi scegliere […]

, ,

La resistenza delle impressioni, Hermione Granger e donna Prassede

Quasi il 95% degli italiani usa internet ogni giorno e la metà del tempo è dedicata ai social, per intrattenersi e informarsi. La qualità di ciò che si può trovare però, specie nel campo delle news, per l’87% delle persone non garantisce l’opportunità di trovare notizie credibili. Il problema delle famose Fake News. I dati, anche se […]

,

Perché il messaggio fallisce: creativo impreciso o pubblico fesso?

A volte pensi di aver elaborato l’articolo che farà saltare l’internet dalle sedie, la pubblicità perfetta, o il corto emozionale più emozionante di sempre. Poi lo dai in pasto al pubblico sovrano e… vieni mangiato vivo! Il messaggio che volevi trasmettere non viene capito, la gente recepisce tutt’altro, ti chiedi se sono tutti dei fessi […]

, ,

Ridi o deridi? La comunicazione del sorriso

Nelle relazioni umane la risata è importante.Ridere è istintivo, spontaneo, virale, e impariamo a farlo fin da bambini, già a 3 o 4 mesi di vita. Ridere ci fa stare bene, che lo si faccia da soli o in compagnia, a casa, al lavoro o in aereo (no, qui non non rido manco morto). Qualità […]